Eccoci qui, all’inizio di una nuova stagione, il terzo autunno di V17 La Minuteria.

Questa nuova stagione inizia con una collezione leggera, con la stessa leggerezza con cui si posano le foglie rosse e gialle nel parco dove andiamo a correre e cerchiamo di ordinare i pensieri e i desideri.

Il nostro primo desiderio è presentarvi le PERSONE che hanno sempre fatto parte di V17 dall’inizio, le PERSONE che hanno iniziato a farne parte durante e le PERSONE che inizieranno proprio adesso.

Abbiamo conosciuto MARTINA nell’ottobre del 2015, quando nella nostra testa c’era l’idea di creare una linea di gioielli fatti a mano, ma volevamo fare le cose fatte bene, quindi avevamo bisogno di un logo e di una designer con un cuore.

Un nostro amico ci diede il suo contatto e dopo qualche telefonata ed un appuntamento avevamo non solo un logo bellissimo ma avevamo scoperto una persona meravigliosa.

Quelle persone che si conoscono attraverso un sorriso, un sorriso semplice di una ragazza piena di sogni come noi. Nel 2015 Martina era una designer, adesso Martina ha trovato cosa le piace fare.

Da oggi V17 La Minuteria sarà anche da CLOROFILLA, un angolo di fiori, creatività e passione, orgogliose di farvela conoscere.

 

CLOROFILLALAB

CLOROFILLA è una fioreria ed un laboratorio creativo nato a gennaio del 2017 dall’unione tra fiori e design. Dietro al bancone di Clorofilla ci sono io, Martina, eco-designer torinese, appassionata di natura, romantica e dal sorriso facile. CLOROFILLA ama le piccole cose, l’atmosfera di casa, il profumo del caffé al mattino, un fiore fresco sul tavolo. CLOROFILLA regala emozioni, crea bellezza, riempie di calore (e colore) gli angoli spogli.

Il mio nome è Martina, classe 1989, nata e cresciuta a Torino ma trapiantata a Verona per amore.

Quando ero piccola mi chiedevano “cosa vuoi fare da grande?” e io invidiavo un sacco i miei compagni che, con le idee molto chiare, rispondevano il capo treno, la parrucchiera o l’investigatore privato.

Io non ho mai saputo rispondere e mi capitava di pensare scoraggiata: forse il lavoro che voglio fare io non esiste! A me piaceva fare castelli di fango, ritagliare la carta e cucire con la macchina di mia mamma. Ma pensavo “non può esistere un lavoro dove posso fare tutte queste cose insieme”.

Se me lo chiedete adesso che lavoro faccio ho ancora qualche problema a rispondere, non aspettatevi una risposta veloce in poche parole.

Vi risponderò che grazie a una serie di eventi e persone, primo tra tutti Angelo, mio marito e braccio destro, sono arrivata qui, in un laboratorio di 48 metri quadrati in provincia di Verona, in un piccolo paesino circondato da ciliegi e filari d’uva, e questo laboratorio l’ho chiamato CLOROFILLA.

Nel mio laboratorio lavoro con i fiori e con la terra, progetto allestimenti, creo atmosfere e ritaglio la carta!

Se me lo chiedete adesso che lavoro faccio vi risponderò che non so come si chiami, ma che è proprio il lavoro che sognavo di fare da piccola!